«Vado io»

«Vado io» sono le ultime parole di padre Daniele Badiali. Le ha pronunciate in Perù, rivolto a una volontaria, mentre si consegnava per essere rapito al suo posto. Parole forse diverse da quelle che ha pronunciato quando ha scelto di partire per l'America Latina con l'Operazione Mato Grosso, ma con lo stesso significato dentro. «Vado io»: in due parole si condensa tutto il senso della sua vita e del suo martirio.

La figura di Padre Daniele Badiali, giovane amante della chitarra e dei jeans stretti, è ricostruita in questo libro da Gerolamo Fazzini; attraverso testimonianze e lettere si svela la profondità umana e spirituale di questo missionario che è stato, prima di tutto, un uomo. Uomo nelle paure, nei dubbi e nelle incertezze che una situazione pericolosa fa nascere; uomo nella sua risposta a tali paure: «Vado io». Un personaggio vicino ai giovani, che come lui camminano nel buio della fede e che, come lui, possono fare la loro coraggiosa professione di vita: «Vado io».

GEROLAMO FAZZINI, «Vado io» Con i poveri delle Ande per incontrare Dio. Missione e martirio di padre Daniele Badiali, Emi, Bologna 2017

Leggi su Mondo e Missione un estratto dalla prefazione del libro.

Tags: Libri, AmericaLatina, Missionari, Perù, Martiri

Leggi altri articoli...

Libri e film
  • 03/17/2017
  • By 

Chinamen

Una graphic novel autobiografica e un saggio a fumetti per raccontare le origini della piccola Cina che vive nel centro di Milano

Libri e film
  • 03/17/2017
  • By 

Bilal

Senegal - Italia, sola andata. Un giornalista italiano si finge un migrante per documentare il grande viaggio del nostro secolo