• Home

missione

Chi Siamo

Il Pontificio Istituto Missioni Estere (PIME) è una comunità di consacrati e laici che dedicano la propria vita all'annuncio del Vangelo e alla promozione umana di altri popoli e culture. La loro vocazione missionaria è:

ad vitam:i missionari del Pime si dedicano alla loro missione per tutta la vita

ad extra:i missionari del Pime vengono inviati fuori dai confini della loro patria

ad gentes:i popoli che non conoscono il Vangelo sono i primi destinatari delle attenzioni dei missionari del Pime

insieme:l'Istituto opera come un organismo in cui ognuno può dare il suo contributo a suo modo.

In più di 166 anni di storia,il PIME ha inviato ai confini della terra quasi2000 missionari per testimoniare il Vangelo e aiutare i popoli più bisognosi nei campi della salute, dell'istruzione, del lavoro e della promozione umana. Dove la parola di Dio non è stata ancora annunciata e dove sussistono particolari difficoltà, l'Istituto è presente: non per guidare un popolo, ma per accompagnarlo verso un futuro più luminoso, fornendo gli strumenti perchè possa un giorno camminare con le sue gambe.

Attualmente, il PIME opera in Algeria, Bangladesh, Brasile, Cambogia, Camerun, Cina-Hong Kong, Costa D'Avorio, Filippine, Giappone, Guinea Bissau, India, Messico, Myanmar (Birmania), Papua Nuova Guinea, Thailandia e USA.

Nel corso del tempo, il PIME ha anche promosso il sorgere della congregazione delle Missionarie dell'Immacolata, della Comunità Missionarie Laiche (CML) e dal 1990 dell'Associazione Laici Pime (ALP) composta da singoli, coppie e famiglie che dedicano dai tre ai cinque anni alla missione.

Ma non si fa missione solo in terre lontane: anche l'Italia è al centro dell’operato dell’Istituto. Ne è un esempio l'animazione missionaria.Attraverso i cammini per i giovani,percorsi di crescita, spiritualità e volontariato che i padri del Pime e le Missionarie dell'Immacolata propongono ai ragazzi dai 15 anni in su, si accompagnano i più giovani nella scoperta della missione, nell'apertura verso l'altro e in un autentico cammino di fede.

Info: pime.org

 

Giovani con le scarpe

Una nuova rubrica per i giovani che, qui come in missione, lasciano comodità e sicurezze per intraprendere strade nuove.

La vera natura dell’accoglienza

L’esperienza in un centro migranti ha permesso a Camilla di ritrovare la missione anche a casa sua

La voce della Misericordia in Missione

La rubrica che apre il cuore della missione alla Misericordia e mostra i volti delle sue opere attraverso le storie dei padri e delle suore del Pime

Le cose che contano

Volare così lontano per scoprire che il volo più difficile è quello dentro di sé. E che la missione può continuare in ciascuno noi, anche attraverso le scelte di tutti i giorni

Messico: la bellezza di scoprirsi amati

Una preghiera, la scelta di affidarsi. Poi la partenza per il Messico, una missione diversa da quella che Giulia si aspettava e voleva. Ma che è stata una sorpresa.

Missione Misericordia: Ammonire i peccatori

"Perchè fai così?". Una semplice domanda che ha la forza di mettere in guardia chi sta sbagliando. Padre Torriani ci racconta come la sua India ha accolto questi rimproveri

Missione Misericordia: Consigliare i dubbiosi

Padre Marco a nord di Tokyo fa missione semplicemente ascoltando. In un Paese dove la solitudine è un problema sociale, la dimensione dell'ascolto è diventata un bisogno primario, sia psicologico che spirituale

Missione Misericordia: Consolare gli afflitti

In mezzo alla baraccopoli all'estrema periferia di Bangkok, dove padre Adriano Pelosin ha aperto la Casa della Misericordia: «Solo chi si sente peccatore non ha paura dell'amore di Dio»

Missione Misericordia: Dar da bere agli assetati

Nella diocesi di Yagoua, zona di frontiera con la Nigeria, fratel Fabio Mussi promuove l'assistenza dei 12mila sfollati in fuga da Boko Haram a partire da un bene primario, l'acqua. Ecco la sua intervista a Giovani Pime per il progetto "Missione Misericordia".

Missione Misericordia: Dar da mangiare agli affamati

A Vila Misionaria non si riempono solo i piatti e si impugnano le forchette: sulle colline della periferia di San Paolo, suor Maria Augusta accoglie i piccoli per dare loro una nuova opportunità!

Missione Misericordia: Perdonare le offese

Questa opera di misericordia spirituale è presente anche nella cultura islamica e assume delle valenze tali da stabilire un reale contatto tra musulmani e cristiani. Padre Zoccarato ci racconta la sua esperienza vissuta in Algeria

Missione Misericordia: Seppellire i morti

"Il grande albergo” è il nome popolare delle Funeral Homes in Hong Kong. Padre Siso ci racconta come la misericordia può entrare in questi luoghi dove anche il dolore per la morte viene standardizzato

Missione Misericordia: Vestire gli ignudi

Da trent'anni in Camerun, da venticinque nelle strade della capitale, accanto ai ragazzi che ne hanno fatto la loro casa. Padre Maurizio Bezzi ci racconta cosa vuol dire vestire gli ignudi

 

Missione Misericordia: Visitare gli infermi

Dare attenzione a chi è malato non significa solo prendersene cura. Padre Daniele, dopo alcuni anni a Rancio di Lecco dove sono accolti i padri anziani, racconta la sua vita accanto alla fragilità e debolezza

Missione Misericordia: Visitare i carcerati

Padre Dowluri tutti i sabati ha un appuntamento. Prende la Bibbia e poche altre cose e varca la porta del carcere di Manaus. Visitare i prigionieri per lui è missione quotidiana anche quando è sinonimo di pericolo

Pregare Dio per i vivi e per i morti

"Nella preghiera, Dio si manifesta nel nostro quotidiano: non siamo noi che andiamo verso di Lui, ma è Lui che ci corre incontro". Padre Angelo Gianola, missionario del Pime da 70 anni, ci racconta come vive quotidianamente questa opera di misericodia

Una casa particolare

Educare sei adolescenti venuti dalla strada, partendo quasi da zero, sarebbe difficile ovunque. Ma nella ventitreesima città più violenta del pianeta, Manaus, riuscire a farlo diventa un’esperienza straordinaria. Anche le più meravigliose imprese si realizzano nella fatica del giorno dopo giorno.